Vittime della strada non è vero che a ucciderli sia bastato “un attimo di distrazione”:  no, ci son voluti anni di colpevole indifferenza   A.I.F.V.S. onlus

         
Cerca nel sito
Ricerca personalizzata
Giornata mond. ONU
Menù principale
+ Iniziative nazionali
+ Attualità
+ Iniziative Sedi
+ Opuscoli Memorie
+  Giustizia
+  Prevenzione
+ Assistenza Psicologica
+ Filmati Media & TV
+ In caso di incidente
+ Le vergogne
+ Convegni nazionali
+ Libri & Poesie
+ Archivio
+ Appelli e ricerca testimoni
+ Collaborazioni
+ Comunicati stampa
+ Contatti & mail
+ Punto d'ascolto
+ Sondaggi AIFVS
+ Testimonianze
+ pages
L'Associazione AIFVS
Video AIFVS
+ Memorial
+ Servizi giornalistici 2015
+ Servizi giornalistici 2014
+ Video Memorie
Agenda
Galleria foto
+ Fiaccolata per Umberto e Daniele
+ Giornata Mond. Del Ricordo
+ Grosseto
+ I Corti di Mauri
+ La AIFVS dal papa
+ Manifestazioni delle croci
+ Memorial Stefano e Fabio
+ Mobility DAI
+ Motor Show
+ Riva-del-Garda
+ Sede Cinisello B
+ Sede Matera
+ Sede Torino
+ Sede di Potenza
+ SicilyAwards
+ Una notte per la vita
+ UnioneNazionaleCavalieri
+ articoli stampa nazionale
+ calcio
+ fossalta
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork
 

Chiudi

Altri Video

fermer Mettici la testa 2006 parte 1

fermer Mettici la testa 2006 parte 2

fermer Mettici la testa 2009 parte 1

fermer Mettici la testa 2009 parte 2

fermer Sensibilizzazione

fermer Video della vergogna

fermer Servizi TG

fermer Servizi giornalistici

fermer Sicurezza stradale

fermer Video shock

Giornata del ricordo
POLICY socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 1733

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimi online:  Anonimi online: 8
Opuscoli 4° volume 2002: Eleonora Negrin

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Eleonora Negrin , 18 anni - San Mauro Torinese (TO) 14 dicembre 1983 - 8 gennaio 2002

Eleonora Negrin.jpgLa mattina del 6 gennaio 2002, dopo una serata col suo gruppo Eleonora accetta un passaggio per tornare a casa su un’auto condotta da una ragazza che conosce appena, insieme con due amici di questa.

Ad alta velocità in pieno centro abitato, la vettura sbanda senza controllo per 400 metri, demolisce col lato destro il pilastro in cemento di una cancellata e sradica una colonnina del gas, che fuoriesce facendo fuggire la conducente e gli altri due ragazzi rimasti illesi mentre Eleonora, gravemente ferita e incastrata nell’auto, resta per un’ora a respirarlo: vigili del fuoco e personale medico non intervengono perché, diranno, c’è pericolo di esplosione,  pericolo che dunque è giusto Eleonora corra da sola.

Quando la tirano fuori è evidentemente troppo tardi: in coma, muore l’8 gennaio per edema cerebrale.
Secondo la volontà espressa in vita i suoi organi vengono donati.

Era, per me è ancora, una ragazza  sensibile, amata da tutti; tra i migliori nell’ultimo anno di liceo classico, aveva conseguito un diploma di inglese e la patente informatica europea; studiava con entusiasmo recitazione, la sua grande passione, ma era attenta ai disagi sociali, si impegnava contro la droga che considerava il più grosso problema per i giovani, aspirava al volontariato, credeva nella giustizia: sarebbe giusto che ne avesse, ora.

Invece la ragazza alla guida non viene sottoposta ai controlli necessari per alcool e stupefacenti; invece non le ritirano la patente; invece tenta, sostenuta dai suoi amici,  di addossare ad Eleonora la colpa dell’incidente e si deve lottare per dimostrare la sua evidente responsabilità; invece chiede, quando capisce che è nei guai, di patteggiare la pena per vivere tranquillamente la sua vita, mentre mia figlia  …

Mia adorata Eleonora, vorrei chiudere occhi e orecchie per non dimenticare la dolcezza del tuo sorriso, il suono giovane della tua voce.

Ti ringrazio per avermi regalato questi bellissimi 18 anni.

Patrizia Massaro


Data creazione : 31/12/2007 * 12:07
Ultima modifica : 31/12/2007 * 12:07
Categoria :
Pagina letta 4418 volte


Stampa pagina Stampa pagina

Opinioni su questo articolo


Commento n. 3 

da Sergio il 09/05/2009 * 16:21

Un pensiero per Eleonora ed un abbraccio per voi, mamma e papà.Con affetto.
Sergio.

Commento n. 2 

da cat il 09/04/2009 * 22:38

cara eleonora, si impara dopo....che non ci si puo' fidare degli "amici" come nel mio caso( cinzia, memorie 10) ... figurarsi  di altri....la cosa brutta ... cara patrizia  che ci lasciano i nostri amori piu' grandi, le nostre principesse, le nostre gioie... e con loro muore una parte di noi..... ma hai ragione ..... siamo state fortunate, anche se per poco....loro sono state con noi... e il loro ricordo non ci abbandonera'  maiiiiiiiiiiiii

Commento n. 1 

da antonella78 il 25/12/2008 * 00:33

BUON NATALE!!!!
Social

^ Torna in alto ^