Per fermare la strage stradale .... precedenza alla vita... sempre  A.I.F.V.S. onlus
         
Cerca nel sito
Ricerca personalizzata
Giornata mond. ONU
Menù principale
+ Iniziative nazionali
+ Attualità
+ Iniziative Sedi
+ Opuscoli Memorie
+  Giustizia
+  Prevenzione
+ Assistenza Psicologica
+ Filmati Media & TV
+ In caso di incidente
+ Le vergogne
+ Convegni nazionali
+ Libri & Poesie
+ Archivio
+ Appelli e ricerca testimoni
+ Collaborazioni
+ Comunicati stampa
+ Contatti & mail
+ Punto d'ascolto
+ Sondaggi AIFVS
+ Testimonianze
+ pages
L'Associazione AIFVS
Video AIFVS
+ Memorial
+ Servizi giornalistici 2015
+ Servizi giornalistici 2014
+ Video Memorie
Agenda
Galleria foto
+ Fiaccolata per Umberto e Daniele
+ Giornata Mond. Del Ricordo
+ Grosseto
+ I Corti di Mauri
+ La AIFVS dal papa
+ Manifestazioni delle croci
+ Memorial Stefano e Fabio
+ Mobility DAI
+ Motor Show
+ Riva-del-Garda
+ Sede Cinisello B
+ Sede Matera
+ Sede Torino
+ Sede di Potenza
+ SicilyAwards
+ Una notte per la vita
+ UnioneNazionaleCavalieri
+ articoli stampa nazionale
+ calcio
+ fossalta
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork
 

Chiudi

Altri Video

fermer Mettici la testa 2006 parte 1

fermer Mettici la testa 2006 parte 2

fermer Mettici la testa 2009 parte 1

fermer Mettici la testa 2009 parte 2

fermer Sensibilizzazione

fermer Video della vergogna

fermer Servizi TG

fermer Servizi giornalistici

fermer Sicurezza stradale

fermer Video shock

Giornata del ricordo
POLICY socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 1733

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimi online:  Anonimi online: 11
Opuscoli 8° volume 2007: Antonio Giammetti

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Antonio Giammetti - 28 Agosto 2006
Antonio Giammetti.jpgQuesta è la foto del mio Papa' Giammetti Antonio ,investito da un camion mentre era a bordo della sua bicicletta fermo ad uno STOP alle 8,30 del 28 Agosto 2006, il camion che l' ha investito era stato dissequestrato da 20 giorni.
Dopo che aveva (sei mesi prima ) investito e ucciso un'altra persona.
Se la legge fosse stata osservata correttamente mio padre sarebbe ancora vivo in quanto il camion sarebbe stato ancora sotto sequestro.
Ora per l'ennesima volta il camion è stato dissequestrato e l'assassino di mio padre circola liberamente (accusato di omicidio colposo- cioe di nulla!).
Io e i miei figli abbiamo subito un immenso shock per quanto accaduto , io in particolare , dalla morte di mio padre ho cominciato ad avere problemi cardiaci legati allo stress.
Insomma la nostra famiglia è distrutta dal dolore ed ogni giorno è sempre piu' difficile .
L'arroganza poi di questa giustizia che non c'è , che ti fa attendere tempi bibblici per avere una risposta , le compagnie assicurative che per non pagare i risarcimenti cominciano ad infangare la dignità delle persone decedute (era distratto, ha perso l'equilibrio ed è caduto....ecc,ecc) gli avvocati che speculano su queste cose . Insomma un vero schifo. 
Comunque questo era il mio magnifico papà! Ora non è più con noi ma è nei nostri cuori e nei nostri pensieri .
Cancellato dalla faccia della terra in un attimo da una persona, che ha gia rimosso dal suo cervello il male che ha fatto ed i danni permanenti che ha procurato a tutti noi (figli, nipoti, moglie)
 

Ciao Papà
Claudio


Data creazione : 16/10/2007 * 15:02
Ultima modifica : 16/10/2007 * 15:02
Categoria :
Pagina letta 5459 volte


Stampa pagina Stampa pagina

Opinioni su questo articolo


Commento n. 11 

da clagiam il 10/03/2015 * 11:03

Cara Patrizia , hai proprio ragione .

La perdita di mio padre ha creato dei traumi tremendi all'interno della mia famiglia in particolare ai miei figli i quali erano molto legati al nonno.

Il danno psicologico è inqualificabile.

Se mio padre fosse stato vivo tante cose sarebbero andate diversamente ed i miei figli sarebbero cresciuti più serenamente e felici.

Oggi non hanno ne fiducia nello stato ne fiducia nella legge e sono convinti che purtroppo il mondo è dei più furbi.


Commento n. 10 

da clagiam il 01/07/2014 * 20:47

Ritiro quanto detto in precedenza , relativamente agli avvocati che mi hanno seguito.
Non voglio dilungarmi ma in praticasuggerisco a tutti di non rivolgervi assolutamente al primo avvocato che capita ma utilizzate gli avvocati dell'associazione onde evitare spiacevoli sorprese.
Loro sicuramente sono professionali e tutelano gli interessi dell'associazione.
d

Commento n. 9 

da Patrizia_Q il 01/03/2013 * 00:19

Purtroppo la condanna a vita rimane a noi che perdiamo persone care........chi causa la perdita  continua la propria esistenza senza significativi cambiamenti.Un pensiero ad Antonio e alla sua famiglia.

Commento n. 8 

da clagiam il 28/02/2013 * 17:16

Oggi Finalmente dopo 7 lunghi anni abbiamo ristabilito un po di verità .

Il tribunale di Napoli ha condannato l'investitore (e assassino) di mio padre ad un anno e 10 giorni .Imputando la colpa grave nel comportamento dell'autista del Camion.E' ovvio che è una magra consolazione perchè il vuoto lasciato da mio padre nei nostri affetti è incolmabile.Ma nonostante la difesa abbia portato le tesi piu' assurde per far si che mio padre risultasse uno stupido cascato da una bicicletta (in amncanza di testimoni! o meglio in mancanza di persone che avessero il senso civico di testimoniare!!!!) .

Un Grazie all'Avv.e Amico  Massimo Amalfi e al Perito  Antonio Paparone per la loro professionalità , la quale ha restituito dignità alla figura di mio padre e un po di serenità a noi.


Commento n. 7 

da Claudio_Giammetti il 20/03/2010 * 02:08

Auguri perl la festa del papa....  ovunque, ora tu sia... ♥

Commento n. 6 

da Sergio il 02/05/2009 * 09:20

Un pensiero per il tuo caro papà antonio. Vive con noi e soprattutto con te e con i tuoi cari, ogni giorno.Un abbraccio ed un caro saluto...

Commento n. 5 

da clagiam il 06/02/2009 * 00:42

Quasi tutte le sere passo per questo sito a salutarti come quando ti telefonavo tutti i giorni alle 20,00 per sapere come stavi , come avevi trascorso la giornata cosa avevi fatto , e raccontarti un po della mia giornata e commentare insieme le varie cose.Non sai quanto mi manca quella chiacchierata con te e quanto mi manchi tu! Il 20 febbraio ci sarà il processo al tuo assassino ! Sarà una giornata dura , ho fatto in modo che mamma non sappia nulla per non farla soffrire ulteriormente .Ci manchi tanto (proteggici sempre dal cielo , come hai sempre fatto sulla terra).

Ciao

Claudio


Commento n. 4 

da antonella78 il 25/12/2008 * 02:16

BUON NATALE!!

Commento n. 3 

da Claudio il 13/06/2008 * 21:37

Oggi è il secondo onomastico di mio padre che passiamo senza di lui ma posso dire che questo giorno è sempre un giorno molto triste .

Io non so se da lassù ci vedi e ci senti ma comunque sei sempre nei nostri pensieri e nei nostri cuori.

Sappi che hai lasciato un segno indelebile ed una scia di affetto in tutti quelli che ti hanno conosciuto e che ogni giorno ci dimostrano quanto ti sei fatto voler bene.

Non hai avuto ,purtroppo, il tempo di comprendere che con il tuo modo di fare quotidiano hai lasciato una scia di amore immensa.

Auguri papà

Claudio, Anna, Gianluca e Giorgia. 


Commento n. 2 

da UbaldoGiammetti il 21/02/2008 * 16:15

mi sono commosso, perchè Antonio era mio zio.

l'unico rimastomi della famiglia di mio padre.

penso che parlare di giustizia e certezza della pena oggi sia un eufemismo come tutto ciò che la nostra società ci offre oggi.

è la legge della giungla e non c'è posto per le persone con ideali sani come mio zio Antonio.

viveva la sua vita tranquilla, andava in bicicletta, io avevo 7 anni (nel 1956) e lui mi portava in vespa sul Viale Augusto a Napoli.

oggi mi resta il piacevole ricordo di lui che in questa foto continua a sorridere alla vita che gli hanno rubato!

ciao Claudio, ciao Diego, ciao a tutti voi e grazie per questa vostra bellissima iniziativa.

Ubaldo Giammetti

InizioPrecedente [ 1 2 ] SuccessivoFine
Social

^ Torna in alto ^