Lungo la via…prudenza e cortesia”: riscopri il piacere di…guidare con calma!  A.I.F.V.S. onlus
         
Cerca nel sito
Ricerca personalizzata
Giornata mond. ONU
Menù principale
+ Iniziative nazionali
+ Attualità
+ Iniziative Sedi
+ Opuscoli Memorie
+  Giustizia
+  Prevenzione
+ Assistenza Psicologica
+ Filmati Media & TV
+ In caso di incidente
+ Le vergogne
+ Convegni nazionali
+ Libri & Poesie
+ Archivio
+ Appelli e ricerca testimoni
+ Collaborazioni
+ Comunicati stampa
+ Contatti & mail
+ Punto d'ascolto
+ Sondaggi AIFVS
+ Testimonianze
+ pages
L'Associazione AIFVS
Video AIFVS
+ Memorial
+ Servizi giornalistici 2015
+ Servizi giornalistici 2014
+ Video Memorie
Agenda
Galleria foto
+ Fiaccolata per Umberto e Daniele
+ Giornata Mond. Del Ricordo
+ Grosseto
+ I Corti di Mauri
+ La AIFVS dal papa
+ Manifestazioni delle croci
+ Memorial Stefano e Fabio
+ Mobility DAI
+ Motor Show
+ Riva-del-Garda
+ Sede Cinisello B
+ Sede Matera
+ Sede Torino
+ Sede di Potenza
+ SicilyAwards
+ Una notte per la vita
+ UnioneNazionaleCavalieri
+ articoli stampa nazionale
+ calcio
+ fossalta
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork
 

Chiudi

Altri Video

fermer Mettici la testa 2006 parte 1

fermer Mettici la testa 2006 parte 2

fermer Mettici la testa 2009 parte 1

fermer Mettici la testa 2009 parte 2

fermer Sensibilizzazione

fermer Video della vergogna

fermer Servizi TG

fermer Servizi giornalistici

fermer Sicurezza stradale

fermer Video shock

Giornata del ricordo
POLICY socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 1733

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimi online:  Anonimi online: 15
Opuscoli 1° volume 1999: Enrico Furini

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Enrico Furini, 15 anni - Livorno Ferraris (VC)  - 16 settembre 1981 - 4 novembre 1996

Enrico Furini.jpg

Enrico era un ragazzino semplice, dal sorriso luminoso, attivo e preciso, tenero ed amico di tutti; studiava, all' Itis di Santhià, nella seconda classe, ma anche suonava il sax nella banda del paese, era animatore all'Oratorio preparando i bambini alla Cresima ma andava pure a trovare gli anziani alla casa di riposo portandogli la sua giovinezza e la sua allegria.

Ico ci è "fuggito di mano" in un attimo; dopo quasi tre anni è difficile per me, mio marito e sua sorella Elena accettare questa tragedia; ci manca molto, ogni giorno, e ogni giorno di più.

Il 4 novembre 96 un agricoltore 56enne, Emo Suman, abbandonò sulla strada il trattore rimasto senza benzina, con agganciata una falciatrice che occupava tutta la carreggiata, senza segnalare l'ostacolo (questo è stato accertato dagli inquirenti); Enrico ci aveva appena lasciato per raggiungere, in motorino, i suoi amici al centro del paese; non poteva andare a più di 15 o 20 chilometri all'ora quando si è incastrato sotto la macchina agricola, ferma al buio nel suo stesso senso di marcia; trasportato all'ospedale di Santhia non vi è arrivato vivo.

Il 30 giugno 98 il Suman ha "patteggiato", per 4 capi di imputazione il PM ha accettato e il Giudice gli ha dato 6 mesi e 20 giorni; con la condizionale, naturalmente; ed è tornato da tempo a guidare il trattore come se nulla fosse accaduto.

Questo epilogo ci ha molto sconcertato, così come ci amareggiano le telefonate anonime, cominciate il 1° luglio 98 e che arrivano ad ogni ora del giorno e della notte, e le ripetute rotture di un angioletto posto da una persona amica sul luogo dell'incidente.

Ico, a perderti è bastato un istante, per dimenticarti non ci basterà la vita.

la mamma Rosanna Pugno


Data creazione : 16/07/2007 * 10:34
Ultima modifica : 16/07/2007 * 13:58
Categoria :
Pagina letta 4465 volte


Stampa pagina Stampa pagina

Opinioni su questo articolo


Commento n. 6 

da Roberta74 il 01/12/2009 * 08:57

Ciao Piccolo Angelo è la prima volta che leggo la tua storia...Tutte le volte è la stessa identica emozione colma di dolore e di impotenza di fronte a queste tragedie che  imprigionano la nostra vita!!

Eri cosi piccolo e già di dedicavi agli altri...ce ne vorrebbero di ragazzi come te!!

Più gli anni passano e piu mi rendo conto che volano in cielo le persone migliori ...penso che tutto questo non sia un semplice caso!!

Ciao Piccolo Dolce Angelo!!


Commento n. 5 

da paolarosa il 27/10/2009 * 02:19

il SIGNORE ci ha fatto sentire l'odore dei nostri figli : per troppo tempo per potecene dimendicare ..per poco tempo per essern sazi.........anche la mia PAOLA ...15anni e mezzo    mi ha lasciata   troppo presto.....ma ome tanti altri....così  piccoli per  questo mondo ma già grandi per vivere l'eternità   ciao(vedi vol 7

Commento n. 4 

da cat il 15/03/2009 * 00:24

la mia cinzia di anni 15, e' morta, e anche a me al cimitero mi rompono i fiori

e altro.... spero che dio veda... nonso come fanno a essere cosi' cattivi... gelosi anche da morti........ sta' tranquilla, noi nondobbiamo fare come loro....

ci sara' qualcuno che ci aiutera'.... con noi sei in famiglia......


Commento n. 3 

da antonella78 il 25/12/2008 * 00:18

BUON NATALE!!!!

Commento n. 2 

da CIANA il 24/07/2008 * 22:52

ciao stellina quello che ho letto fa venire i brividi come si fa a vivere in  questo maniera io dico che quello che si farà in questa vita eccheggera per l'eternita,un giorno si pagherà per tutto il male causato alle persone  abbi fede Rossana  la legge del nostro DIO non sarà come quella di certi uomini su questa terra un abbraccio  ciana

Commento n. 1 

da vincenzina il 21/01/2008 * 11:19

Cara mamma di Enrico quello che ho letto nella sua lettera è sconcertante,sono sicura che un giorno il Signore avrà la giusta punizione con tutti i responsabili della morte del suo Enrico e di quelli che hanno il coraggio di profanare l'immagine di suo figlio.Un forte abbraccio.
Social

^ Torna in alto ^