Vittime della strada non è vero che a ucciderli sia bastato “un attimo di distrazione”:  no, ci son voluti anni di colpevole indifferenza   A.I.F.V.S. onlus

         
Cerca nel sito
Ricerca personalizzata
Giornata mond. ONU
Menù principale
+ Iniziative nazionali
+ Attualità
+ Iniziative Sedi
+ Opuscoli Memorie
+  Giustizia
+  Prevenzione
+ Assistenza Psicologica
+ Filmati Media & TV
+ In caso di incidente
+ Le vergogne
+ Convegni nazionali
+ Libri & Poesie
+ Archivio
+ Appelli e ricerca testimoni
+ Collaborazioni
+ Comunicati stampa
+ Contatti & mail
+ Punto d'ascolto
+ Sondaggi AIFVS
+ Testimonianze
+ pages
L'Associazione AIFVS
Video AIFVS
+ Memorial
+ Servizi giornalistici 2015
+ Servizi giornalistici 2014
+ Video Memorie
Agenda
Galleria foto
+ Fiaccolata per Umberto e Daniele
+ Giornata Mond. Del Ricordo
+ Grosseto
+ I Corti di Mauri
+ La AIFVS dal papa
+ Manifestazioni delle croci
+ Memorial Stefano e Fabio
+ Mobility DAI
+ Motor Show
+ Riva-del-Garda
+ Sede Cinisello B
+ Sede Matera
+ Sede Torino
+ Sede di Potenza
+ SicilyAwards
+ Una notte per la vita
+ UnioneNazionaleCavalieri
+ articoli stampa nazionale
+ calcio
+ fossalta
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork
 

Chiudi

Altri Video

fermer Mettici la testa 2006 parte 1

fermer Mettici la testa 2006 parte 2

fermer Mettici la testa 2009 parte 1

fermer Mettici la testa 2009 parte 2

fermer Sensibilizzazione

fermer Video della vergogna

fermer Servizi TG

fermer Servizi giornalistici

fermer Sicurezza stradale

fermer Video shock

Giornata del ricordo
POLICY socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 1733

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimi online:  Anonimi online: 6
Opuscoli 7° volume 2006: Carla Dalla Mutta

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Carla Dalla Mutta 45 anni - Saletto (PD)            – 9 Maggio 2006

Carla Dalla MuttaUna famiglia distrutta, una comunità commossa e stupita per la morte di Carla Dalla Mutta, la mamma di 45 anni, vittima dell'incidente stradale nel quale è rimasta coinvolta a pochi metri da casa. La donna era ferma in mezzo alla strada: doveva imboccare la via  dove abitava, quando è stata tamponata da un'altro auto che l'ha scaraventata con inaudita violenza contro un Tir che proveniva sull'altro senso di marcia.
Carla, definita da tutti come una persona speciale e una mamma dolcissima, lascia infatti due figli di 17 e 15 anni, che giocano a calcio nella squadra locale: anche lei ogni tanto dava una mano in cucina e nell'organizzazione, durante le manifestazioni sportive, per fare in modo che tutto andasse bene e che i ragazzi si divertissero.


Il marito
Lucio Pasotto




Data creazione : 16/12/2006 * 20:02
Ultima modifica : 17/12/2006 * 00:06
Categoria :
Pagina letta 5118 volte


Stampa pagina Stampa pagina

Opinioni su questo articolo


Commento n. 4 

da Sergio il 29/05/2009 * 18:25

Alla mamma Carla va il mio pensiero, così come a Lucio ed ai figli che la portano sempre dentro di loro. E' triste e difficile comprendere ed accettare ma...fatevi forza.Vi lascio un abbraccio grande.Con affetto, sergio.

Commento n. 3 

da antonella78 il 25/12/2008 * 01:49

BUON NATALE!!!

Commento n. 2 

da Lucio il 07/05/2007 * 20:24

Ciao,

il 9 Maggio,sara' passato un anno dalla perdita della mia (nostra dei miei figli) Carla, e non riusciamo ancora a renderci conto , è difficile, a parte le difficoltà fisiche c’è che  lavoravamo insieme, ogni oggetto e ogni situazione rinnovano il dolore per la sua perdita: un dolore che solo chi l’ha provato può capire, e che non è giusto provare. 

 


Commento n. 1 

da rosalba il 17/12/2006 * 23:11

Ciao Lucio immagino quanto sia difficile per te andare avanti da quando la tua compagna non c'è più, anch'io ho perso mio marito in un incidente stradale assurdo, e sono rimasta sola, per fortuna ho il lavoro e l'impegno nell'associazione italiana familiari vittime della strada; a te la forza la daranno i tuoi figli ; sono certa che in questo tuo nuovo percorso di vita non sarai mai solo, la tua compagna anche se non c'è più fisicamente, vigila su tutti voi da Lassù e continua ad amarvi come quando era tra voi

Ti abbraccio con affetto

Rosalba Romano Responsabile della Sede di Potenza

email lazzarella_it@yahoo.it

Social

^ Torna in alto ^