“Sii cosciente e responsabile di ciò che fai” ( Ist. Mag. “E. Ainis” ME – Premio V.M.)  AIFVS
         
Cerca nel sito
Ricerca personalizzata
Giornata mond. ONU
Menù principale
+ Iniziative nazionali
+ Attualità
+ Iniziative Sedi
+ Opuscoli Memorie
+  Giustizia
+  Prevenzione
+ Assistenza Psicologica
+ Filmati Media & TV
+ In caso di incidente
+ Le vergogne
+ Convegni nazionali
+ Libri & Poesie
+ Archivio
+ Appelli e ricerca testimoni
+ Collaborazioni
+ Comunicati stampa
+ Contatti & mail
+ Punto d'ascolto
+ Sondaggi AIFVS
+ Testimonianze
+ pages
L'Associazione AIFVS
Video AIFVS
+ Memorial
+ Servizi giornalistici 2015
+ Servizi giornalistici 2014
+ Video Memorie
Agenda
Galleria foto
+ Fiaccolata per Umberto e Daniele
+ Giornata Mond. Del Ricordo
+ Grosseto
+ I Corti di Mauri
+ La AIFVS dal papa
+ Manifestazioni delle croci
+ Memorial Stefano e Fabio
+ Mobility DAI
+ Motor Show
+ Riva-del-Garda
+ Sede Cinisello B
+ Sede Matera
+ Sede Torino
+ Sede di Potenza
+ SicilyAwards
+ Una notte per la vita
+ UnioneNazionaleCavalieri
+ articoli stampa nazionale
+ calcio
+ fossalta
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork
 

Chiudi

Altri Video

fermer Mettici la testa 2006 parte 1

fermer Mettici la testa 2006 parte 2

fermer Mettici la testa 2009 parte 1

fermer Mettici la testa 2009 parte 2

fermer Sensibilizzazione

fermer Video della vergogna

fermer Servizi TG

fermer Servizi giornalistici

fermer Sicurezza stradale

fermer Video shock

Giornata del ricordo
POLICY socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 1733

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimi online:  Anonimi online: 10
Opuscoli 13° volume 2012: Sergio Mosca
logoaifvsnero.png

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Sergio Mosca - 18 anni - Napoli 16 giugno 2010

 Napoli 16 Giugno  2010 Sergio Mosca 18 anni Muore tre giorni dopo l'incidente  QUANDO hanno saputo che stava per essere staccato il respiratore sono piombati in tanti in ospedale. Almeno cinquanta tra familiari e amici, per impedire che l'ultimo gesto di un medico levasse ogni speranza di sopravvivenza a un giovane di diciotto anni. Ma per Sergio, dichiarato clinicamente morto  non c'era oramai più nulla da fare.E la disperazione siè presto trasformata in rabbia, fatta di urla e minacce davanti all'ospedale Loreto Mare. Sono accorse le volanti, i poliziotti hanno tenuto con difficoltà la situazione sotto controllo. Quindi hanno sorvegliato l'ospedale fino al pomeriggio, quando la salma di Sergio è stata portata via, destinazione istituto di Medicina legale, per l'autopsia  Sergio Mosca stava tornando dal mare, Era in compagnia di tre amici, seduto in auto lato passeggero. Una giornata di piena estate e la prospettiva di un sabato sera di divertimento. Poi l'incidente, sulla Napoli-Salerno direzione Nord, altezza uscita di Ponticelli. Una moto con due persone in sella sfiora l'auto su cui viaggiano i quattro ragazzi. ma incredibilmente, mentre la moto riesce seppur con difficoltà a rimanere in equilibrio, l'auto invece si ribalta.

Il giovane amico di Sergio Mosca che era alla guida dell'auto - Luca Pinto, diciannovenne di via Gianturco - muore sul colpo. Gli altri tre ragazzi restano feriti. Ma mentre due di loro non sono in pericolo di vita, le condizioni di Sergio Mosca,  appaiono subito gravi. Ha riportato un brutto trauma cranico. Resta tre giorni tra la vita e la morte poi,  viene dichiarato clinicamente morto. La speranza alimentata dai familiari e distrutta all'improvviso dalla notizia che qualche ora dopo sarebbe stata staccata la spina del respiratore scatena la disperazione e l'ira.

 

 



ãCopyright 2001/2012 tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 


 

Data creazione : 17/10/2012 * 20:18
Ultima modifica : 17/10/2012 * 20:47
Categoria :
Pagina letta 3521 volte


Stampa pagina Stampa pagina

Opinioni su questo articolo


Commento n. 2 

da angeloantonio il 22/10/2012 * 18:45

LE istituzioni Ti sequestrano la salma se lo tengono 2, 3 giorni senza farlo vedere come fosse lui il colpevole, l'investitore torna a casa come niente fosse,  poi per finire il ciclo nei tribunali  ti finiscono di calpestare vittime e familiari.istituzioni brava gente......

Commento n. 1 

da Giovanna il 21/10/2012 * 11:38

Angelo che da lassù ci guardi....  sorridici, vieni in sogno ai tuoi cari... conforta il loro dolore... sentiti amato ... per sempre...
Social

^ Torna in alto ^