Senza amore non c'è vita né giustizia senza memoria.  A.I.F.V.S. onlus
         
Cerca nel sito
Ricerca personalizzata
Giornata mond. ONU
Menù principale
+ Iniziative nazionali
+ Attualità
+ Iniziative Sedi
+ Opuscoli Memorie
+  Giustizia
+  Prevenzione
+ Assistenza Psicologica
+ Filmati Media & TV
+ In caso di incidente
+ Le vergogne
+ Convegni nazionali
+ Libri & Poesie
+ Archivio
+ Appelli e ricerca testimoni
+ Collaborazioni
+ Comunicati stampa
+ Contatti & mail
+ Punto d'ascolto
+ Sondaggi AIFVS
+ Testimonianze
+ pages
L'Associazione AIFVS
Video AIFVS
+ Memorial
+ Servizi giornalistici 2015
+ Servizi giornalistici 2014
+ Video Memorie
Agenda
Galleria foto
+ Fiaccolata per Umberto e Daniele
+ Giornata Mond. Del Ricordo
+ Grosseto
+ I Corti di Mauri
+ La AIFVS dal papa
+ Manifestazioni delle croci
+ Memorial Stefano e Fabio
+ Mobility DAI
+ Motor Show
+ Riva-del-Garda
+ Sede Cinisello B
+ Sede Matera
+ Sede Torino
+ Sede di Potenza
+ SicilyAwards
+ Una notte per la vita
+ UnioneNazionaleCavalieri
+ articoli stampa nazionale
+ calcio
+ fossalta
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork
 

Chiudi

Altri Video

fermer Mettici la testa 2006 parte 1

fermer Mettici la testa 2006 parte 2

fermer Mettici la testa 2009 parte 1

fermer Mettici la testa 2009 parte 2

fermer Sensibilizzazione

fermer Video della vergogna

fermer Servizi TG

fermer Servizi giornalistici

fermer Sicurezza stradale

fermer Video shock

Giornata del ricordo
POLICY socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 1733

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimi online:  Anonimi online: 13
Opuscoli 12° volume 2011: Juri Brilli
logoaifvsnero.png

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

 Juri Brilli  22 anni,  15 luglio 1984 - 18 febbraio 2007

Juri_Brilli.jpgIl tempo di gestazione naturale la madre lo avrebbe terminato il giorno di ferragosto del 1984, ma anche allora, come tutta la sua breve e intensa vita, volle fare di testa sua e venne alla luce il mese precedente 15 Luglio.

Era sempre stato come si dice dalle nostre parti “grande grosso e coglione”, un bonaccione sempre pronto a scherzare. Non amava le divise e dopo ho capito il perché. Aveva avuto, come la maggior parte dei giovani coetanei, contatti con gli spinelli tanto che lo avevano beccato con l’ erba in tasca e gli costò un anno da rigare drittissimo e lo fece.

Faceva il carrozziere e proprio il venerdì antecedente il tragico evento era passato operaio, per la gioia sua e di tutta la famiglia. Io (PADRE) e la mamma gli raccomandavamo sempre di stare attento e tornare presto a casa la notte, lui ci rassicurava sempre dicendo “si state tranquilli”  come quella maledetta sera che lo vedemmo uscire per non vederlo mai più rientrare.
Le divise che menzionavo prima, sono state quelle che decisero a priori che la colpa fosse tutta la sua, visto che usciva da una discoteca alle 3:30 della mattina e pensarono bene visto il precedente: “chissà  quanto ha bevuto e che cosa ha fumato”. Mentre nell’ altra auto c’ era una famiglia di extracomunitari che andava a prendere un aereo, che li avrebbe riportati a casa dopo le vacanze, lui è stato l’ unico a rimetterci la vita. Tanti particolari ci hanno convinto che c’ era qualcosa di strano, per come erano andati i fatti. L’ autopsia ha stabilito che nostro figlio era NEGATIVO AGLI ESAMI TOSSICOLOGICI SU ALCOL E DROGHE. Chissà come mai gli occupanti dell’ altra auto (la famiglia di extracomunitari), nonostante il ricovero in due diversi ospedali nella stessa mattinata, NON SONO STATI FATTI GLI STESSI ESAMI TOSSICOLOGICI come a mio figlio, nonostante la rassicurazione del giorno dopo riferiva dalle sopraccitate divise con testuali parole “stia tranquillo sono esami di prassi”. Tante, troppe cose che non sto ad elencare, ci hanno fatto andare avanti nella ricerca della verità, ma sarà, come ha detto l’ avvocato, un percorso lungo e pieno di pugnalate che riapriranno le ferite mortali del dolore per la sua perdita e la riabilitazione della sua memoria infangata alla ricerca della vera giustizia. Questo è il riassunto della storia di nostro figlio Yuri 1,85m di altezza per 70kg di peso, un “bellissimo grande grosso e coglione”.
Il tuo papà.
  

ãCopyright 2001/2011 tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 


Data creazione : 06/04/2011 * 00:06
Ultima modifica : 06/04/2011 * 23:11
Categoria :
Pagina letta 4133 volte


Stampa pagina Stampa pagina

Opinioni su questo articolo


Commento n. 6 

da ANGELA il 14/04/2011 * 17:51

Ciao Juri,22 anni come il mio Lucio,angeli sacrificati all'inefficienza e alla superficialità.però io contesto il lavoro non svolto dalla procura,perchè quasi sempre il Pubblico Ministero non va mai sul luogo di morte della vittima in caso di incidente,mentre per altro tipo di vittime il protocollo di procedura è diverso, mi chiedo perchè?Angela ( mamma di Lucio Smaldone op.10)

Commento n. 5 

da Sergio il 08/04/2011 * 13:06

Un pensiero per Juri e la sua famiglia, siate forti, sarà strada in salita.

Commento n. 4 

da Umberto1960 il 07/04/2011 * 17:37

Siamo vicini anche noi alla famiglia di Juri.

Speriamo che con la guida dei nostri angeli,di riuscire a scoprire la verità su questi incidenti classificati ,a volte, troppo presto ,come morti autonome o come unico responsabile.

Una preghiera per te ,per tutti quelli che ti amano,e per tutti i nostri angeli,volati via troppo presto.


Commento n. 3 

da MICHELA il 07/04/2011 * 14:19

Un altro angelo, un'altra famiglia che, oltre al dolore,  deve sopravvivere con la beffa della giustizia e della istituzioni. Vi sono vicina.

Commento n. 2 

da carla il 07/04/2011 * 05:38

Vi sono vicina con il cuore. Come se il dolore non fosse già insostenibile, troppo spesso  ci sono i preconcetti e l'ipocrisia che ostacolano la verità. Per Loro, per la giustizia, proviamo a trovare la forza per combatterli.

Un abbraccio a Juri e alla famiglia.

ilia mamma di Valerio


Commento n. 1 

da rosalba il 06/04/2011 * 21:49

Ciao Juri hanno spento la tua vita,hanno fatto sprofondare i tuoi cari genitori nel dolore,ma non potranno metterci a tacere,voi che siete Lassù,ci aiuterete ad ottenere GIUSTIZIA,il cammino è così lungo e tortuoso,lo sappiamo che nei tribunali si cerca sempre di ribaltare le situazioni ,ma noi familiari,che abbiamo perso il dono più prezioso che Dio ci aveva donato,non smetteremo di lottare ma,cobatteremo fino all'ultimo,e voi ,i Nostri Angeli,ci aiuterete lo so!Sono vicina alla tua famiglia,abbraccio te Juri e i tuoi cari.

Rosalba Romano responsabile dell'Associazione,sede di Potenza

Social

^ Torna in alto ^