causa civile
Autore Messaggio Discussione postata il 01/10/2006 @ 19:32
Titolo : causa civile
SILVIAA
Membro
Visite: 14
Discussioni: 1
Messaggi: 2

Offline
Buonasera a tutti... desidero prima di tutto ringraziare quanti, personalmente o sul sito, hanno risposto ai miei precedenti messaggi, ed a tutti esprimo commossa partecipazione per gli eventi che ci hanno stravolto l'esistenza.
Vi chiedo cortesemente dei pareri in merito ai seguenti quesiti:
Premetto che circa 4 anni fa sono rimasta coinvolta in un incidente stradale; un'autovettura sbandando ha invaso la prima corsia di marcia dell'autostrada che io e Luca stavamo percorrendo in moto. Luca è deceduto circa due ore (di sofferenze) dopo l'incidente, io ho riportato postumi valutati in sede medicolegale di parte del 20 pct.
In sede penale l'assassino ha patteggiato una condanna a 8 mesi pena sospesa ed alla pena accessoria della sospensione della patente per 10 mesi per l'omicidio colposo; il procedimento per il reato di lesioni colpose contestato su querela di parte è ancora in corso.
Abbiamo iniziato causa civile di richiesta danni ma, nonostante la ctu disposta in sede penale, le testimonianze, la consulenza di parte offesa concludano per una responsabilità esclusiva in capo al conducente dell'autovettura, la Compagnia non ha ancora nemmeno formulato un'offerta (!!!).
Un giorno,al termine di un'udienza civile, mentre io e il mio avvocato ci soffermavamo nell'ufficio del giudice, l'avvocato della Compagnia si fermava in corridoio, proprio davanti a mio padre, che non conosceva. La segretaria chiedeva all'avvocato della Compagnia "Come va?" lui rispondeva "Abbiamo torto marcio" (!!!!!!!).
Ora mi domando, ma di fronte a questa consapevolezza perchè questa ostinazione?
Ma la Compagnia sarà a conoscenza di questa evidente responsabiità?
La mia opinione è che questo avvocato tiri lungo soltanto per allungare la sua nota spese... Ritengo che anche la Compagnia sia danneggiata da un comportamento così eticamente discutibile.
Posso segnalare questo episodio alla Direzione della Compagnia, così che possa rivalutare i propri consulenti? Pettegolezzi di corridoio, che però non sono in grado di dimostrare, mi avvertono che il figlio del liquidatore della Compagnia è impiegato presso lo studio di questo avvocato.
Vorrei diffondere il nome di questi soggetti, magari su un sito come questo, oppure in una trasmissione televisiva dedicata, per denunciare questi INTERESSI DI FAMIGLIA!!!
Vi ringrazio per le risposte e auguro a tutti una buona serata.
 
locked
Pino
Membro
Visite: 238
Discussioni: 2
Messaggi: 58

Offline
Postato il: 02/10/2006 @ 22:58
Veramente non capisco come sia possibile non avere ricevuto alcun anticipo dopo quattro anni ed una condanna per omicidio colposo della controparte. In questi casi è inutile prendersela con la compagnia di assicurazione e l’avvocato che la rappresenta: la prima fa il proprio interesse e il secondo fa il proprio mestiere, seppure ambedue in maniera deprecabile, ma la manovra difficilmente riesce quando la difesa delle vittime utilizza tutte le possibilità che la legge mette a disposizione (ed attualmente sono notevoli) per ottenere almeno un adeguata tempestiva anticipazione.
Saluti ed auguri.
Avv. Giuseppe Centrone
 
locked
veronika
Membro
Visite: 2383
Discussioni: 16
Messaggi: 105

Offline
Postato il: 03/10/2006 @ 13:25
Carissima Silvia,

putroppo non mi stupisco affatto riguardo cio' che hai raccontato.cè da aspettarsi di tutto se veniamo sempre invitati ad arrenderci.
ma di certo è inacettabile e inconcepibile lasciar passare tutto liscio.
Tu parli di interessi di famiglia....sai quanti interessi.........
in ogni caso queste persone puntano al nostro sfinimento.
cara Silvia, io non sono e non ti scrivo da Avvocato, ma posso esprimerti quello che farei e penso sia l unica via possibile allo stato attuale : c' è una   trasmissione televisiva che io amo molto e seria ...http://www.mimandaraitre.rai.it/MMR_home....dacci un'occhiata...
Poi vedi Tu...ovvio.Ma sai ...non aspettiamoci che ci presentino la soluzione su un piatto d'argento, perche' il piatto d'argento è sempre per chi lo propone!!!!!!!l'interesse, la paura , l'omerta', la competizione e altro ancora fanno VIVERE TALI E CERTI SCANDALI. e PIU0 IN ALTO VAI PIU' IL PIATTO SI RIEMPIE, PERCIO' SEMPRE tutelandoti, a mio avviso, prenditi la tua rivincita per que:" Abbiamo torto marcio" !e per tutto cio che hai passato, stai e passando. Un caro saluto e grazie.V.
 
locked
consuelo
Visitatore
IP : 81.211.246.83
Postato il: 05/10/2006 @ 19:35
cara silvia, mi creda...molto spesso sono proprio le compagnie assicuratrici e non tanto chi le assiste, ad ostinarsi in posizioni incomprensibili anche se hanno torto marcio.I sinistri mortali troppo spesso divengono per le assicurazioni soltanto pratiche da sbrigare, numeri di riferimento, denaro da far uscire o da tenere in cassa (cosa che accade piu' spesso)a seconda delle "riserve" a loro disposizione e viene sminuito, anziche'valorizzato, il lato umano, il dolore. Sono comunque d'accordo col collega Avv.Centrone..per cui Le consiglio di chiedere al suo legale come mai non le e' stato riconosciuto ancora nulla.
la saluto cordialmente
avv. consuelo lillo
 
locked

Skin by GosubJ